idee per i tuoi contenuti

Come puoi trovare sempre nuovi contenuti

Se comunichi da un po’ di tempo la tua attività in proprio, sai bene che tra le domande che frullano per la testa, nel momento dedicato alla stesura del piano editoriale e all’ideazione dei tuoi contenuti, molto spesso arrivano questi 3 quesiti:

Di cosa parlo adesso?

Dove trovo nuove idee per proporre sempre nuovi contenuti?

– Come faccio a parlare dello stesso argomento (quello di tua competenza o che ti appassiona) senza annoiare?

idee per i tuoi contenuti

Prova a vederla così: comunicare è un po’ come andare a costruire un ponte tra te e il mondo. Ogni lato di questo ponte immaginario è ricco di spunti per i tuoi contenuti. Da una parte ci sei tu, con i tuoi valori, i tuoi interessi, la tua storia, la tua evoluzione personale e all’altro capo ci sono le persone con le quali desideri condividere quello che fai.

1) Inizia da te, dalle tue esperienze di tutti i giorni e dai tuoi interessi:

Partiamo da una buona notizia. Per trovare nuove idee su argomenti di cui parlare non ti serve andare molto lontano: puoi iniziare da te e da quello che vivi ogni giorno.

É dalla routine e dai gesti quotidiani che possono arrivarti esempi molto concreti e molto facili da capire, anche per chi ti segue.
Potresti partire da un aneddoto personale, da un fatto apparentemente banale che ti è successo, per spiegare in modo semplice concetti più complicati. Così facendo le persone riusciranno ad immedesimarsi in quello che scrivi, perché si ritroveranno in fatti e contesti che potenzialmente potrebbero succedere anche a loro.

Valorizza il percorso unico e personale che hai fatto tu per arrivare al punto in cui sei oggi, condividi i momenti più significativi, quelli più difficili o quelli che ti hanno cambiata di più. Racconta come tu stessa sei riuscita a passare da un momento problematico alla soluzione di quel problema. Anche condividere le tappe di un cammino aiuta le persone che ti leggono a sentirsi più partecipi e vicine.

Dove puoi scovare ancora nuove ispirazioni? Tra le tue letture, le tue passioni e anche i tuoi movimenti. Mi riferisco a tutto quello che fai durante il giorno che non è legato al tuo lavoro. Perché è proprio quando riusciamo a staccare i nostri pensieri da quello che dobbiamo fare, che possiamo captare nuovi stimoli.

A volte possono bastare gesti considerati piccoli come camminare o ruotare il verso del foglio sul quale stai scrivendo, per aiutarti a pensare oltre i limiti che tu stessa ti eri data.

Se ti sembra di aver esaurito gli argomenti personali e non ti vengono in mente aneddoti chiari di cui parlare, quello che puoi fare è ricaricarti e cercare nuove fonti di ispirazione.

Puoi provare a chiudere il computer e la mente dai pensieri legati al tuo lavoro e dedicarti a tutt’altro. Staccando davvero la testa, ti aprirai la possibilità di scoprire davvero cose nuove e nuovi pensieri.

Oppure puoi provare a dedicarti ad attività che ti piacciono e ti fanno stare bene, naviga online e leggi articoli e libri che riguardano aree e settori completamente diversi dal tuo. Prova a lasciare andare la tua mente senza una domanda di partenza o un metodo predefinito, ma in modo libero e anche un po’ disordinato se vuoi. Potresti arrivare a conclusioni inaspettate.

2) Ascolta e chiedi alle persone che ti seguono:

Sono partita ricordandoti che in ogni comunicazione esistono sempre due poli: su una sponda ci sei tu e sull’altra le tue persone. La comunicazione è il ponte che vi mette in contatto e in connessione.

Allora capovolgi il tuo punto di osservazione, prova a metterti nei loro panni e immedesimati nel loro punto di vista.

Quando ti immedesimi e ti poni in ascolto delle persone a cui ti rivolgi, infatti, è un momento in cui arrivano tante nuove idee.

Prova a sintonizzarti sulle loro frequenze, indossare i loro panni, ripensare alle stesse cose da punti di vista che non hai ancora preso in considerazione.

Vai tu alla ricerca e cerca di capire meglio, seguendoli a tua volta sui loro canali: di cosa stanno parlando in questo periodo? Che emozioni traspaiono dai loro commenti?

Quando si rivolgono a te, cosa ti chiedono nei messaggi diretti? Quali sono le loro paure e i loro desideri più grandi?

Nelle parole delle persone a cui ti rivolgi troverai sicuramente tanti indizi.
Puoi ripensare a quello che ti dicono più spesso o andare anche a rileggere i loro commenti e i loro messaggi passati. Quali sono i loro dubbi, gli ostacoli che incontrano di più ultimamente? E quali, al contrario, le loro aspirazioni e i loro sogni?

Per convalidare la bontà di quello che hai letto o captato, chiedi in modo diretto alla tua community di che cosa sente il bisogno, di cosa sente la mancanza, di che cosa avrebbe voglia di parlare o interesse di ascoltare.

Gli strumenti a tua disposizione sono tanti: puoi preparare un questionario breve e inviarlo ai tuoi contatti più caldi, puoi inserire link e sondaggi nelle tue newsletter, puoi proporre quiz, fare domande dirette o sondaggi anche nelle tue Storie instagram. Usa questi strumenti per avviare delle conversazioni più personali e far capire che sei presente, in ascolto, pronta al dialogo.

3) Fai ricerca:

Per farsi venire nuove idee, infine, non c’è nulla di meglio che dedicare del tempo e immergerti nella ricerca.

Penso a due tipologie di ricerca molto diverse tra loro, che potresti alternare a tuo piacimento:


– una ricerca più strutturata, all’interno del tuo settore di riferimento puoi andare a cercare sui siti che collezionano e analizzano i dati macro, sui libri e sui blog dei professionisti più autorevoli e con i quali ti senti più in linea. Puoi fare ricerca partendo da parole chiave legate al tuo core business e aiutarti con siti come www.askthepublic.com che ti aiuta ad intercettare le domande più frequenti poste dagli utenti.
Tenendo traccia dei risultati che individui e prendendo nota di ogni argomento che trovi interessante, arriverai ad una lista di idee sulle quali puoi iniziare a lavorare.

– una ricerca ispirazionale, che per definizione è molto più libera e potrebbe procedere per libere associazioni o basarsi sulle immagini in motori di ricerca come ad esempio Pinterest. In questo caso potresti attivare una ricerca per immagini, lasciandoti trasportare da loro, senza puntare subito ad un risultato preciso.
Arriverai a fare una selezione ed una scelta dei nuovi argomenti che ti ispirano solo al termine di questa attività.

No Comments

Post A Comment